CONSIGLI PER UN COLLOQUIO DI SUCCESSO

Tipi di colloquio

Le interviste che vi troverete ad affrontare di solito sono di due tipi. Ecco alcuni piccoli consigli per prepararle e condurle nel migliore dei modi.

  • SKYPE
    Molti dei nostri primi colloqui sono condotti tramite Skype, specialmente se la posizione è all’estero o lontano da dove vivete. Se una famiglia vuole conoscervi, sarete contattate da un nostro consulente per prendere un appuntamento. Scegliete un momento della giornata in cui non siete di fretta, non avete impegni a ridosso o aspettate telefonate improrogabili. E’ importante che durante l’intervista non siate distratte da altro, che non ci siano rumori di fondo che disturbano e che siate molto disponibili e concentrate nel colloquio. Non dimenticate che la famiglia quando vi contatta vede la foto che avete scelto per il vostro profilo Skype. Evitate quindi immagini aggressive, punk o provocanti.

  • DI PERSONA
    Queste interviste di solito si svolgono a casa della famiglia, a volte però la famiglia potrebbe chiedere di incontrarvi altrove, come un bar o un ristorante. Possono anche chiedervi di rimanere per l’intera giornata o un fine settimana in modo da poter osservare come vi relazionate con il bambino/i.

Suggerimenti

Ottenere quante più informazioni possibili sulla posizione prima dell’intervista. Si dovrebbe avere già una certa conoscenza del lavoro e delle esigenze della famiglia. E’ anche una buona idea fare un vero e proprio elenco di domande che si desidera porre alla famiglia così da mostrare un sincero interesse per loro e per la posizione.
Essere puntuali, perfettamente puntuali o anche qualche minuto in anticipo per l’intervista programmata. L’affidabilità è una qualità importante per un lavoro di Tata e le scuse daranno solo un’impressione di disorganizzazione. Le città sono piene di traffico ed imprevisti e dovete da subito mostrarvi in grado di sapervi muovere in questa realtà, pianificando i vostri spostamenti con sano realismo. Arrivare in ritardo abbassa vertiginosamente le possibilità che avete di prendere quel lavoro prima di aver ancora cominciato.
Fare una buona prima impressione è la cosa più importante. Stringere la mano, presentarsi, essere positivi, educati e soprattutto sorridere!
Siate educate in qualsiasi momento durante l’intervista. Vi stanno intervistando per una posizione di Tata, quindi è normale che i genitori vi guardino come un potenziale modello ed esempio di comportamento per i loro figli. Quindi è importante parlare un italiano corretto, non alzare troppo la voce o ridere sguaiatamente, ricordarsi di spegnere il cellulare e così via.
Il vostro aspetto deve essere pulito, elegante ed ordinato. I capelli devono essere puliti e mai che coprano il viso. Assicuratevi che le unghie siano corte e senza smalto con colori troppo appariscenti. Se avete dei piercing, toglieteli e se avete tatuaggi, fate in modo che non siano visibili (è buona prassi anche coprirli durante le ore di lavoro). Tenete presente inoltre che ciò che si indossa deve essere anche comodo ed adatto ai bambini. Ricordate che non state andando ad una festa, né ad una sfilata o a un concorso di bellezza. La cosa che conta è la cura e la semplicità, senza dettagli eccentrici.
Non rispondete alle domande con un semplice sì o no, o in maniera troppo stringata. La famiglia sta cercando di conoscervi, per cui la cosa importante è essere oneste nelle vostre risposte. Evitate di usare le parole “umm” e “ah”, parlate chiaramente e usate un linguaggio corretto. Ma soprattutto dite sempre la verità, l’onestà è importante quando si inizia un rapporto con un potenziale datore di lavoro.
Se i bambini sono lì, non ignorateli. Un contatto visivo e porre domande semplici, come il loro nome e l’età, sono cose molto importanti. Mostrare il vostro amore per i bambini e il desiderio di costruire un rapporto è quello che i genitori vogliono vedere quando intervistano una potenziale tata.

E’ importante sapere quanto più possibile circa la posizione per cui state facendo il colloquio. Fare domande sul lavoro che eventualmente andreste a svolgere dimostra che siete appassionato e interessato. Di seguito è riportato un elenco degli argomenti di cui è utile discutere:

  • Mansioni
    Parlate di ciò che ci si aspetta da voi come tata. Ci sono lavori domestici da fare o vi dovete prendere cura solo dei bambini. Chi è responsabile per la disciplina del bambino/i e parlare insieme su quali metodi utilizzare per trasmettere delle regole. Quali cose specifiche che si dovrebbero fare con i bambini. Ad es. Lezioni di inglese, aiutare con i compiti, accompagnare e riprendere da scuola, ecc.
  • Orario di lavoro
    Parlate della quantità di ore che vi sarà richiesto di lavorare a settimana, quanti e quali giorni di riposo, che flessibilità è richiesta. Discutete sul vostro stipendio, e quanto spesso vi sarà pagato. Discutete anche di eventuali straordinari.
  • Vacanze
    Discutere su quando la famiglia va in vacanza, se desiderano che viaggiate con loro oppure no. Si dovrebbe anche parlare delle proprie ferie, se vi è un certo periodo in cui la famiglia vorrebbe che le prendeste o se è flessibile. Però non chiedete per le vacanze o il tempo libero prima ancora di iniziare.
  • Alloggio
    Per le tate live-in di solito viene data una camera o un appartamento separato. Si dovrebbe affrontare anche questo punto e chiedere se è possibile vedere l’alloggio.

Di seguito è riportato un elenco delle domande più frequenti nelle interviste.
Siate pronte a rispondere a questi quesiti con sicurezza e nel dettaglio:

  • Parlami di te
  • Perché sei diventato una tata?
  • Cosa ti piace fare nel tuo tempo libero?
  • Qual è stato il tuo ultimo lavoro in quest’ambito?
  • Che cosa ti è piaciuto di più nel tuo ultimo lavoro come tata?
  • Cosa pensi bambini come il migliore di te?
  • Che tipo di attività avete fatto con i bambini di cui ti prendevi cura?
  • Quali sono secondo te la parte più impegnativa nell’essere una tata?
  • Perché pensi di essere adatta a questo lavoro di tata?
  • Qual è la sua opinione sulla disciplina?
  • Come si gestisce un capriccio?
  • Cosa faresti se il mio bambino fosse stato ferito gravemente?
  • Cosa faresti se il mio bambino avesse la febbre?
Sempre un feedback per l’agenzia, dopo un colloquio con un familiare. Noi siamo qui per aiutarvi, darvi consigli, e di trovare il migliore accordo possibile tra voi e la famiglia.

Per trovare lavoro

REGISTRATI COME CANDIDATO